La dismenorrea, cioè il dolore mestruale, è quasi sempre il risultato di una situazione dove la persona sta vivendo il conflitto del profugo (trattiene i liquidi) e in questo modo le aree che stanno già lavorando, gonfiano di più, esasperando i sintomi e quindi anche il dolore. la presenza del profugo esaspera sempre le fasi di soluzione su tutti i livelli, e quindi per tutti i tessuti e organi coinvolti nella loro specifica fase riparativa.

 

l’endometrio è quel tessuto che permette l’annidamento dell’ovulo e quindi ispessisce in conflitto attivo (nella parte destra dell’utero per trattenere meglio il frutto; nella parte sx per buttarlo fuori).

In soluzione (pcl) caseifica e viene espulso (ce) con sangue (proprio come il mestruo dove, l’endometrio inspessisce un po’ per accogliere l’ovulo ma se questo poi non viene fecondato e non si annida, c’è l’espulsione con le parti di endometrio e sangue)
L‘endometrio,  tessuto di origine ENDODERMICA è preposto per l’accoglimento dell’ovulo e quindi risponde a dei conflitti in relazione al volere un bimbo o no (nel senso non da quell’uomo o in quelle condizioni)